🚛  CONSEGNA GRATUITA su Milano e spedizioni in tutta Italia
📞 Assistenza

0
I consigli degli Chef sul riccio di mare

Quando utilizziamo il riccio di mare in cucina è importante tenere a mente alcune indicazioni: ecco i consigli degli Chef sul riccio di mare.

La prima regola fondamentale è Evitare la cottura prolungata dei ricci di mare. Infatti il calore potrebbe apportare cambiamenti indesiderati nell’alimento come perdita del colore, del sapore o dell’aroma.

In secondo luogo per esaltarne il sapore consiglio di non abbinarlo a troppi ingredienti con sapori decisi poiché ne comprometterebbero la elegante delicatezza.

Royale di ricci di mare

I consigli degli Chef sul riccio di mare: idee di ricette.

1. Chef Sergio Mei: Royale di ricci di mare

Semplicissimo e ottimo come antipasto.

Mischia panna, uova, polpa di riccio e un trito di erba cipollina e nepitella. Aggiungi sale, pepe e metti in ciotoline monoporzione. Posizionali in teglia e cuoci in forno preriscaldato a 100°C per circa 8 minuti.

2. Chef Niimori Nobuya: Spaghetti freddi con ricci e capesante

Tutti conoscono gli spaghetti ai ricci di mare, lo Chef Niimori te ne propone una versione gourmet ed estiva.

Ingredienti
90 g spaghetti primo grano
30g ricci di mare
30g capesante
6 pomodorini concassè
4 g erba cipollina
1 spicchiò di aglio
Olio extravergine di oliva
Succo di limone Limone

La prima cosa da fare è scongelare a temperatura ambiente il riccio di mare e le capesante. Poi taglia a dadini le capesante, l’aglio e l’erba cipollina.

Per il pomodoro concassè: fai bollire 1lt di acqua in una casseruola. Aggiungi i pomodorini per 30 secondi. (un modo facile per eliminare la buccia).
Una volta tolta la buccia e i semi, tagliali a dadini e aggiungi l’aglio e l’erba cipollina.

Per la pasta: Fai bollire gli spaghettoni Primo grano in acqua salata. Terminata la cottura, scola e immergi in una ciotola con abbondante ghiaccio, lasciali per 4/5 minuti. Questo procedimento serve innanzitutto a fermare la cottura della pasta e in secondo luogo per farla raffreddare.
Quindi elimina il ghiaccio e l’acqua che si è formata e condisci lo spaghetto con olio extravergine.

In una ciotola metti gli spaghetti primo grano insieme alla concassè e alle capesante, mescola il tutto.

Aggiungi il riccio scongelato e amalgama bene con due macinate di pepe e due giri di olio evo.

Infine impiatta avendo cura di guarnire con tutta la crema di riccio e le lingue rimaste intere.

3. Chef Antonio Marangi

“Il sapore complesso del riccio è in grado di arricchire anche altri pesci. Io lo uso spesso per accompagnare il centrofolo al vapore, ma può andare bene anche un pesce bianco e sodo come la spigola.

Per fare la salsa faccio rosolare le teste e le lische bagnate con acqua fredda e poi faccio ridurre, passo il contenuto e lo metto da parte. Infine la faccio bollire e emulsiono il tutto con olio e polpa di riccio. Semplice e buonissimo!”

Vuoi avere maggiori informazioni sui ricci di mare? ecco qui il nostro approfondimento ZEST.

Zest riccio di mare
Iscriviti alla lista d'attesa Ti informeremo quando il prodotto arriverà in magazzino. Per favore lascia il tuo indirizzo email valido qui sotto.
X